Self Realization

Search our Site

Self realization

Per tutta la vita aneliamo al successo, ma da quando nasciamo siamo sotto controllo.
La società, la scuola, la famiglia, l'educazione, le regole e la disciplina; e possiamo ancora ritenerci fortunati per avere argini che ci contengono, diversamente da altri popoli, meno privilegiati di noi, in quanto alla libertà .

La legittima realizzazione di ognuno, ahimè, non sempre è a portata di mano.
Sono molti i fattori che agiscono tra noi e il raggiungimento delle nostre sfide, che siano quotidiane o più lontane nel tempo.
In tutto questo "fare", quanti di noi sono felici e completi nel loro vivere? E perché quella persona ha successo e quell'altra no?
Possiamo davvero credere che sia colpa di un Dio cattivo e punitivo, o di un destino contrario, o di quale altra scusa?

Ho imparato che ci sono cose più grandi di me, misteri infiniti e insondabili per noi comuni umani, ma io ci sono e parto da qua.

Servono insegnamenti e strutture nuove e rivoluzionarie che, per fortuna, oggi sono a disposizione di molti, ma il vero lavoro da fare è su di sé.
Se è fatto in solitaria, produce effetti, ma sempre meno che se fatto all'interno di un gruppo, dove le persone hanno gli stessi quesiti, che, partendo da loro sono desiderosi di aprirsi a nuove possibilità.
La creatività è insita in ogni essere umano, siamo infinite possibilità, infinite occasioni di crescita esattamente come infinita è la creazione che ci circonda.
La creazione è Mistero, e Noi siamo il suo prodotto.

I sognatori sono stelle che brillano

Le barriere della nostra mente spesso sono il primo vero ostacolo che si pongono tra noi e il raggiungimento del nostro obiettivo, premesso che ci sia chiarezza sulla direzione!
La realtà circostante genere i cosìdetti "sognatori", quella categoria di persone che una società produttiva, pragmantica e finalizzata al profitto, incasella in ambiti ridicoli.
- Ma tu vivi di sogni!
- Dai, svegliati, questo sogno è irrealizzabile!
- Si, si...bella l'idea ma se non la realizzi è solo un sogno...

Quanti di voi si sono sentiti dire frasi cosi?
E qual'è stata la vostra reazione?
Avete "rafforzato" il vostro sogno oppure l'avete chiuso nel solito cassetto?

Un sognatore non è un illuso che vive nelle favole.
Un sogno o una visone, è un'energia potente, che prende vita dentro di lui e non lo lascia in pace finché non lo concretizza.
È quella vocina assillante che ti proietta film nella mente, portandoti nella realtà immaginata anche mentre guidi o sei in coda alla posta, mostrandoti dove stai andando e chi sei veramente.
Come il pittore che vede l'opera finita nella sua mente, prima ancora di metterla sulla tela.

Sapete il male del secolo qual'è? L'ingabbiamento costrittivo e coercitivo della nostra energia vitale, che genera frustrazione.
E, sempre a parere mio, la risultanza ne è l'egoismo.
Il sognatore è un creativo allo stato puro, iniziale, di partenza. Lui (o Lei) vede tutto il "sogno" con estrema chiarezza. Essere sognatori è un dono e l'ignoranza lo può sprecare.
Il primo passo per "guarire" la nostra creatività è accogliere e accettare il dono che abbiamo ricevuto e viverlo come una grande occasione.
Il resto verrà da sè:
- Nuovi insegnamenti.
- Nuove opportunità.
- Nuovi alleati.

Self realization

 

La creatività nel fare

Capita anche a voi di viaggiare con l'immaginazione all'interno di un progetto e di vederlo svolgersi preciso, dall'inizio alla fine?

Per la disciplina dello Shiatsu questa è l'energia del Legno, Fegato e Vescicola Biliare, due organi addetti alla "strategia".
Il Fegato è collegato alla visione, all'organizzazione, al senso di responsabilità (prendersi la responsabilità della propria visione e su come realizzarla).
Questi due meridiani, analogicamente, sostengono la specialità individuale del "FARE", con infiniti modi di visione, progetto, concretezza nel perseguimento e raggiungimento dei fini della vita.

Un albero puro e semplice è l'esempio più vicino al concetto di Legno. Nel corso della sua vita cresce. E' una creatura radicata che si estende, simultaneamente, verso l'esterno, verso il basso, verso l'interno. E' flessibile, pieghevole, cedevole al vento eppure forte e resistente poiché contiene il flusso del suo ciclo vitale. Trae origine da un minuscolo seme e fiorisce come un alberello, i suoi teneri germogli procedono verso la maturità portando la sua storia nella crescita, i suoi anelli di vita. La sua connessione con la terra e il movimento verso il cielo sono una concreta testimonianza del Corpo-Mente-Spirito, cioè un insieme delle forze di cielo e terra, nell'essere umano.

L'albero cresce e crescendo riproduce nuova vita, il suo ciclo segna il passaggio delle stagioni.
È l'energia dell'elemento Legno che, connettendosi con gli altri elementi Fuoco, Terra, Metallo, Acqua, trasforma in possibilità illimitate la creatività dell'uomo, realizzando i progetti, grazie anche al coraggio dell'azione.
Ecco che se anche tu hai una visione, l'unica cosa da fare è FARE, permettendosi errori e fallimenti.
Il peggio che può accadere a ogni essere umano è la stagnazione.

Self realization